le ultime novità

02

feb

  • Cinque regole d'oro per migliorare le tue tecniche SEO nel 2016

Cinque regole d'oro per migliorare le tue tecniche SEO nel 2016

Google, attualmente, applica 500 modifiche al suo algoritmo ogni anno. Ogni cambiamento è focalizzato a  garantire il fatto che quando un utente effettua una ricerca, deve ottenere come primi risultati i migliori siti web relativi all’ argomento cercato. Ma quali sono le principali novità sulle quali focalizzare la nostra attenzione nel 2016 ?

1. Le parole chiave non sono più quello che erano

Le parole chiave non sono più quello che erano

Inserire le parole chiave nel contenuto o nei titoli non è più così importante. Google ha migliorato, e molto, la sua capacità di interpretare e comprendere i significati dei testi. Prima, se si voleva cercare una guida per visitare Milano, bisognava scrivere letteralmente nel barra di ricerca "Guida di Milano". Attualmente, anche se è ancora utile includere le parole chiave nel testo e nei titoli, un articolo che parla di Milano in modo generale può avere le stesse possibilità di posizionarsi bene nei risultati di ricerca indipendentemente dall’ utilizzo di parole chiave identiche alla ricerca.

I motori di ricerca diventano sempre più intelligenti e adesso cominciano ad associare le parole che dovrebbero essere presenti in un buon articolo che tratta argomenti relativi alla tua ricerca.

Ad esempio, se qualcuno cerca "Dove alloggiare a Parigi" Google associa elementi che includono le parole "hotel", "zona" e "casa"  che possono essere rilevanti per una simile ricerca. Se esiste un post che contiene queste parole nel testo, Google gli darà la priorità rispetto ad altri.

Circa il 75% delle ricerche effettuate su Google includono da tre a cinque parole, quindi i titoli delle tue pagine dovrebbero essere in linea con questa tendenza. Gli utenti  si stanno prendendo coscienza che cercando una parola generica come "Londra", di solito non riusciranno ad ottenere i risultati che si aspettano. Per ottenere risultati adeguati è necessario specificare tre, quattro o cinque parole (key frase).

I creatori di contenuti, devono tenere conto di questa tendenza durante la creazione dei titoli.

 

2. Concentrarsi sulla user experience

Concentrarsi sulla user experience

Google, attualmente, applica 500 modifiche al suo algoritmo ogni anno. Ogni cambiamento è focalizzato a  garantire il fatto che quando un utente effettua una ricerca, deve ottenere come primi risultati i migliori siti web relativi all’ argomento cercato. Se questo avviene significa che google ha fornito una buona  user experience.

Pertanto, un contenuto originale è sempre più importante; più originale e’ il contenuto della vostra pagina, meglio è.

Anche se gli articoli in stile elenco come ad esempio "ecco le top five" sono spesso molto cliccati dovrebbero essere usati con parsimonia; fate in modo che il testo che viene dopo il numero sia altamente  significativo e utile ai fini SEO.

Il contenuto deve essere originale e focalizzato sul pubblico.

 

3. Le dimensioni contano

Le dimensioni contano

Sono finiti i tempi in cui, fino a due o tre anni fa, 300 parole erano più che sufficienti. Gli articoli più lunghi di 1500 parole, sono molto più graditi dai motori di ricerca; in genere hanno più traffico e soprattutto un migliore posizionamento SEO. I cambiamenti che Google sta effettuando hanno lo scopo di assicurarsi che gli utenti vengano indirizzati verso le pagine con contenuti li soddisferanno a pieno.

E 'utile dividere i contenuti più lunghi con sottotitoli e immagini per rendere più facile e veloce la comprensione da parte dell ‘utente.

Articoli più lunghi hanno prestazioni migliori nei risultati di ricerca perché contengono più parole e immagini fondamentali per classificare la pagina. Gli utenti inoltre sono più propensi a condividere gli articoli più lunghi sui social network.

 

4. Ottimizzazione per il mobile

Ottimizzazione per il mobile

Sempre più persone leggono le notizie dal proprio smartphone, quindi è importante assicurarsi che il contenuto sia accessibile dai dispositivi mobili.

 

5. Utilizzare solo immagini originali

Utilizzare solo immagini originali

Sebbene l'importanza delle immagini come fonte di riferimento per Google sia diminuita negli ultimi dieci anni, le immagini originali possono essere preziose.  

 

Conclusioni

Il consiglio più importante per il 2016 SEO è quello di concentrarsi sul proprio pubblico. Oggi tutto e’ finalizzato a mostrare ai lettori ciò che realmente vogliono vedere. Questo è l’elemento fondamentale che potrà davvero dare una spinta al vostro ranking SEO.

 

Leggi anche: