le ultime novità

08

set

  • Solo il 20% delle aziende investe nel posizionamento sui motori di ricerca

Solo il 20% delle aziende investe nel posizionamento sui motori di ricerca

Quasi l'80 per cento dei responsabili marketing o addetti alla comunicazione aziendale, non includono attività di posizionamento sui motori di ricerca (SEO) nei loro bilanci. Questo dato emerge da una recente analisi di mercato effettuata a livello globale.

Lo studio ha evidenziato come solamente il 21 per cento delle aziende investe nella SEO, nonostante il fatto che i motori di ricerca siano oggi lo strumento di comunicazione più usato al mondo con valori che superano, solo per Google, oltre mezzo miliardo di ricerche effettuate dal singolo utente ogni anno.

Purtroppo è evidente che numerosi addetti alla comunicazione sono ancora legati a metodi obsoleti e continuano a preferire strumenti tradizionali “piuttosto che sperimentare l'ignoto del web”.

Quando non si è sicuri di un nuovo canale di comunicazione si tende a utilizzare quelli già collaudati anche se spesso non hanno fornito grandi risultati e probabilmente sono costati cifre considerevoli.

Quello che viene trascurato e sottovalutato è la modifica radicale nelle abitudini dei clienti/utenti, che al giorno d’oggi prima di prendere una qualunque decisione che possa portare a una spesa economica consultano Google. I risultati emersi dalla loro ricerca influenzano enormemente cosa e dove acquisteranno un prodotto o servizio.

La ricerca su Google è il modo più comune per cercare contenuti e la SEO si concentra sul miglioramento dei risultati di ricerca al fine di fornire i contenuti migliori agli utenti.

Chi si occupa di comunicazione per la propria azienda può trarre enorme vantaggio da un investimento in  una buona attività SEO piuttosto che tenere soldi fermi nel bilancio a non produrre contatti.

Leggi anche: